Best Cocktail
On the Lake!

I giudici della prima edizione della Como Lake Cocktail Week, eleggono oggi, domenica 14 luglio, “Il Conte del Lario” di Nicholas Sciarabba bartender del “Ristorante Da Pietro” come Best Cocktail On The Lake 2019.

Il signature cocktail vincitore ha ottenuto il più alto punteggio secondo le schede di valutazione di una giuria formata da esperti del settore food and beverage. In particolare, ha saputo rispondere perfettamente alla richiesta di realizzare un drink che celebrasse il territorio del Lago di Como. Nicholas ha scelto ingredienti di alta qualità ma facilmente reperibili, creando un mix bilanciato in grado di conquistare palati locali e internazionali.

 

The Jury

 

Cinque saranno i criteri di valutazione dei giudici: presentazione e originalità, gusto e bilanciamento, decorazione, attinenza al tema (celebrazione del Lago di Como) e food pairing. Ad ogni criterio di valutazione sarà assegnato un punteggio da 0 a 10. 

The jury will have 5 criteria of judgments: presentation and originality, taste and balance, decoration, relevance to the theme (celebration of the Lake of Como) and food pairing. Each evaluation criterion will be assigned a score from 0 to 10.

davide-caranchini.jpg

DAVIDE CRANCHINI

Chef Ristorante Materia
Inserito da Forbes nei 30 under 30, i giovani talenti che stanno dando forma al futuro dell’arte e della cultura, recensito dal New York Times, Giovane dell’anno per la Guida espresso 2018, coronato con prima Stella Michelin a novembre 2018. Davide Caranchini, classe 1990, è lo chef che con il suo Materia è tornato a casa, a Cernobbio, sul Lago di Como dopo aver toccato con mano le cucine di Le Gavroche con Michel Roux jr, dell’Apsleys di Heinz Beck e del Maze di Gordon Ramsay a Londra. L’ultima tappa, prima di Como, è stato il Noma di Copenaghen con Rene Redzepi.

franco-gasparri.jpg

FRANCO GASPARRI

Master Ambassador Diageo
Grande esperto di superalcolici, Franco Gasparri ha appreso i segreti e le tecniche del mondo degli spirits nei lunghi anni passati dietro il bancone dei più prestigiosi luoghi del bere bene. Dopo aver servito celebrities e teste coronate, gestito bar e trainizzato staff di bartender, ha deciso di mettere la sua professionalità a disposizione delle aziende diventando ambasciatore di alcune delle brand più prestigiose riunite da Diageo. Dal 2010 è componente di The Keepers of the Quaich, la prestigiosa associazione scozzese istituita per incrementare la corretta conoscenza e il prestigio dello scotch whisky nel mondo.

fabrizio-musa.jpg

FABRIZIO MUSA

Artista Contemporaneo
Vive e lavora tra Como e New York. Fin dal suo esordio artistico, nella seconda metà degli anni Novanta, ha contaminato le tecniche pittoriche più tradizionali con le nuove tecnologie. Il metodo di lavoro di Fabrizio Musa, contempla una pluralità di tecniche ed è stato in più occasioni legato all'architettura. Un curriculum lunghissimo che racconta delle sue mostre personali per il mondo, in ultimo una delle più importanti al mondo l’Armory Show, nell'Upper East Side di Manhattan in cui l’artista comasco ha portato il Razionalismo lariano e in particolare le sue opere in bassorilievo dedicate a uno dei monumento più insigni di Giuseppe Terragni, la Casa del Fascio di piazza del Popolo.

mattia-pastori.jpg

MATTIA PASTORI

Bartender, consulente Mixology
Essenzialità, eleganza e grande tecnica sono le qualità che contraddistinguono lo stile di Mattia Pastori, bartender pluripremiato e consulente nel settore beverage, che rappresenta oggi una figura di spicco nel mondo della mixology. Dopo diverse esperienze nell'hotellerie di lusso tra cui Park Hyatt, Armani Hotel e Mandarin Oriental, Milano, Mattia decide di avviare un percorso in ambito consulenziale curando la start up di concept di successo come il Bulk Mixology Bar all'interno dell'hotel Viu, il take over di Camparino in Galleria, oltre che collaborazioni con brand di spirits, marchi di alta moda e sinergie con il mondo della cucina gourmet.

carlo-boschi.jpg

CARLO BOSCHI

Senior Brand Manager
Veuve Clicquot
Parmigiano, classe ‘84, una laurea di in Economia e Gestione Aziendale e una in Strategia e Comunicazione della marca, moda e design. Nel 2010 il primo incontro con il Gruppo LVMH nel ruolo di Senior Product Manager Skincare. Trade Marketing Assistant Parfums Christian Dior per poi diventare, dopo 8 mesi, Product Manager Make-Up Parfums Christian Dior e nel 2015 Senior Product Manager Skincare. Nel maggio 2016 entra in Moët Hennessy Italia, dove sviluppa e dirige le attività di marketing & communication, above the line e below the line, per promuovere nel mercato italiano il vino e la storia eccezionale della prestigiosa Maison de Champagne Veuve Clicquot, perseguendo con capacità strategiche e grande passione, una strategia che esplora linguaggi e azioni innovativi per ampliare la riconoscibilità e la notorietà del brand.

filippo-sisti.jpg

FILIPPO SISTI

Owner di Talea, Milano
Talento che fa della sperimentazione una filosofia di lavoro rintracciabile in ogni suo dettaglio e che ha deliziato i palati più esigenti del mondo lavorando al Plaza a New York, al Royal Automobile Club di Londra o al Grand Hotel et De Milan. Poi al Rita, uno dei tempi della miscelazione milanese. È qui che lo chef stellato Carlo Cracco l’ha notato e l’ha portato con sé da Carlo e Camilla in Segheria dove ha lavorato al suo fianco fino al 2018. Ora ha tra le mani la sua prima attività imprenditoriale: da un anno tiene le redini di Talea, cocktail bar sperimentale in cui alla base della drink list risiede il concetto di cucina liquida.

annalisa-testa.jpg

ANNALISA TESTA

Giornalista e Founder della Como Lake Cocktail Week
Giornalista di ICON, luxury lifestyle magazine di Mondadori con un amore viscerale per i cocktail bar dell’hôtellerie. Da quasi dieci anni scrive di passioni maschili, dalla moda al food & beverage sviluppando competenza nel settore mixology. Giudice di Diageo World Class 2015 a Roma per la finale italiana, negli anni ha assistito alle più importanti competizioni per bartender. Dalle global finals di World Class alle The Mixing Star di Disaronno fino alle Campari Academy e le finali di Bacardi Legacy. Viaggiando per lavoro ha scoperto le cocktail week, di Londra, Parigi, New York, da cui ha preso ispirazione per portare nella sua amata città la prima Como Lake Cocktail Week.

Flavia-Di-Giustino.jpg

FLAVIA DI GIUSTINO

Brand manager Belvedere Vodka, Glenmorangie, Ardbeg, Hennessy
Laureata in Economia Aziendale & Management e specializzatasi poi in Marketing e Comunicazione, nel 2016 muove i primi passi nel mondo spirits nel ruolo di Luxury Business Developer in Pernod Ricard.
Poi, a marzo 2019, l’ingresso nella realtà di Moët Hennessy Italia, dove cura e sviluppa il Marketing e la strategia per il prestigioso portafoglio spirits dell’azienda composto da Belvedere Vodka, Hennessy, Glenmorangie e Ardbeg. Amante dei segreti della miscelazione e affascinata dagli sperimentalismi più audaci, rimane comunque sempre fedele a un buon Martini Cocktail.